Pioggia e caffè

Ecco cosa c’è oggi oltre…la mia finestra

Piove, piove, piove.

 L’acqua scende fitta, a raffica come una corsa in un campo di grano, come una cascata nel bosco…Le gocce cadono sulla terra che si rigenera, acquista nuovi profumi e colori…

Piove.                                     

Piove e l’estate sembra un ricordo, quello dell’altro giorno.

Piove e l’autunno sembra tornato in un attimo, accarezzando i ricordi della scorsa stagione, aprendo le porte alle nuove attese.

 L’acqua ha forza, si era annunciata con le nubi scure, rendendo opaco il cielo.

Scrosciare.

 Arietta gelida che entra in stanza, senso di calore in bocca. Amaro del caffè.

Piove e dentro è uno scendere cocente, nero.

Senza zucchero, come sempre.

 Piove, piove, piove…

 Il liquido dà sapore, risveglia, seduce il gusto.

 Pioggia di luglio che ferma. Passa le mani intorno al collo, avvolge, strige al di là del freddo che scende lungo la schiena.

 Piove.